Arrivederci

Steve Pop è un nome d’arte
creato ad hoc per Lorenzo
Jovanotti. Quando nel 2012
mi contattò per dirmi che:
un mio video che avevo postato
su YouTube voleva trasmetterlo
nei suoi Tour, dovetti scegliere
un nome d’arte.
Ero stato appena assunto
in un nuovo lavoro e non volevo
condividere le due “cose”.
Leggevo articoli e libri su
Steve Jobs ed ero da poco
andato ad una mostra di
Warhol. Così quando Lorenzo
mi disse hai un nickname?
Risposi: si, Steve…Steve…Pop.
Lui mi disse: Fico.
Trascorsi 8 anni di video,
poesie, romanzi, foto, racconti
ed una socialità negli ultimi
anni importante.
Ho trovato un sacco di belle
persone nei Social perché
internet è un pozzo di individui
interessanti.
Questa quarantena mi ha
tirato fuori tanto ma ora
sento esattamente quello che
ho scritto nella citazione di Jobs,
battuta a macchina per renderla
reale come una specie di contratto.
E da domani citando Lorenzo Jova
e la sua Linea d’ombra:
“Andrò giù al porto e gli dirò che sono pronto a partire,
getterò i bagagli in mare studierò
le carte e aspetterò di sapere per
dove si parte quando si parte e
quando passerà il monsone dirò
levate l’ancora diritta avanti
tutta questa è la rotta questa è la direzione questa è la decisione”.
Tirerò su la bandiera dei pirati
e cercherò nuovi tesori perché
noi artisti siamo:
Pirati.

Che ne sapete voi del mare

Che ne sapete voi del mare.
Avete liberato i mafiosi
quelli che hanno
sequestrato e ucciso
un bambino di tredici anni.
Ci avete controllato coi droni
e non siete riusciti a mettere
le telecamere negli asili
e nelle case di cura
(dove è avvenuto
uno sterminio di massa).
Che ne sapete voi del mare,
prima ci avete detto di uscire
fare lo spritz, ritornare allo stadio
e poi ci avete chiuso in casa
per due mesi.
Avete messo i sigilli
sulla Scuola, l’avete occupata
a tempo indeterminato
perché non avete il coraggio
di dire che l’istruzione
pilastro di una società,
in Italia è meno importante
del calcio.
Che ne sapete voi del mare
tre mesi senza cassa integrazione,
senza avere i soldi per mangiare.
Che ne sapete voi del mare,
avete abbandonato l’arte,
la cultura e gli artisti
e non voglio essere banale
ma che ne sapete voi del mare.

Il mare è di tutti

Rituale salva giornata

Quando le cose vanno male:
– guarda il cielo
– ascolta gli Oasis
e bevi una Tennents.
Al resto ci pensa
la superfottutaluna dei fiori.

“Comincerò una rivoluzione dal mio letto
perché hai detto che i cervelli che ho mi sono andati alla testa, esci, l’estate sta fiorendo
alzati accanto al camino
togliti quell’espressione dal viso
perché tu non spegnerai mai il mio cuore”.

Don’t look back in hanger/Oasis