Il giardino selvaggio

Ho scoperto un lato
selvaggio del mio giardino
(anche un po’ poetico)
dove ci ho trasferito
le mie ansie, i miei versi.
Ora è incolto come me,
le erbacce sono cresciute
nonostante le abbia
strappate di recente.
Ma arriverà l’estate
che le brucerà
regalandoci
grandi bevute con amici,
cieli stellati,
braci aromatiche
e poesie malinconiche.

La mia prima tavola
da skateboard,
avevo 12/13 anni e
trovare l’equilibrio e
cadere era molto più
facile di oggi.
Questa quarantena
ci ha insegnato ad avere
pazienza e con essa
maggiore equilibrio.
Speriamo di portarci
queste virtù
nel nostro bagaglio
di vita quando
tutto sarà finito.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...