Cosa avete aggiustato in questa quarantena?

Io qualcosa ho aggiustato.
Magari ne scriverò
più avanti perché
è una storia lunga.
Un mio amico artista
sostiene che questo virus
è un triste incantesimo
e chi si salva,
ha come imperativo di
riflettere.
Comincio a pensare
che abbia ragione.
E poi ne ho letti altri di amici
qua e là sostenere che
tutto ciò era inevitabile
e probabilmente lì -fuori-
tornerà a correre -tutto-
molto più velocemente, con
gli stessi errori di prima.
Ma dentro di noi,
qualcosa può cambiare.
Avevo un amico che
fumava spinelli dalla mattina
alla sera, un caso clinico,
anche se nessuno di noi
lo ha mai giudicato.
Perse il padre in circostanze
molto rapide e ne rimase
scioccato. Finito il momento
di dolore ci disse: che non
avrebbe più fumato.
Niente, neanche una canna
ogni tanto. Zero, tabula rasa.
E così fece.
Una persone che fumava
in media 2/3 spinelli al giorno.
Gli chiedemmo se: era una
promessa fatta a lui
ma rispose che:
no, non c’entrava nulla,
aveva sentito una voce
interiore e l’aveva seguita.
A distanza di anni
siamo ancora
a chiederci, cosa gli sia
scattato in testa.
Credo che in questi tempi
molti di noi hanno compreso
cosa gli fosse successo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...