È Natale evviva il Natale.

In giro si comincia
a respirare l’aria natalizia
dove i grandi tornano
piccoli e i piccoli sognano.
Nei bar, al vivaio, in strada
si percepisce energia e vita.
Negli uffici si perde
il contatto con la realtà,
pareti grigie, luci al neon,
abbigliamento formale,
persino un nuovo linguaggio
colmo di parole inglesi:
badget, briefing, stress test,
conference call, webinar, CEO,
feedback, skill.
È tutto abbastanza triste così
trovo la mia voce nelle poesie,
nei libri, nella famiglia, negli
amici, nella natura.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...