Joe Strummer il pirata

Ho finito di leggere la biografia di Joe Strummer, oggi nel giorno del suo compleanno, la più grande, la più completa, quasi 700 pagine scritte dal giornalista suo amico @chrissalewicz . Non ho le lacrime agli occhi ma il magone dopo aver letto il finale. Joe Strummer tra 100 anni verrà narrato come oggi si racconta la storia di un pirata leggendario o di un comandante fuori dal comune. Il suo lascito musicale è fondamentale per i giovani e non solo e per chiunque leggerà o conoscerà la sua storia.
L’attitudine in certi casi, supera il talento, la perseveranza e la fiducia in se stessi può condurre verso il proprio sogno. Il leader dei Clash non aveva una voce d’angelo ma cantava con l’anima nel microfono e tirava fuori le viscere, il sudore e il sangue in ogni concerto e i suoi urli strazianti come quelli di un cane randagio sono un marchio di fabbrica del suo più grande successo: London Calling. Inoltre scriveva come un romanziere o un poeta, riusciva a sintetizzare in poche parole storie che sembravano film.
Poi accadono tante cose e nel 1986 Joe è solo, finita l’esperienza dei Clash per mano propria, comincia a girovagare facendo l’attore o le colonne sonore dei film. I rimorsi lo bloccano, la rabbia, forse l’uso smodato di droghe, lo trattengono in una melma esistenziale che si sblocca dieci anni dopo. Così arrivano i Mescaleros e le sperimentazioni musicali, il primo CD con il gruppo e subito altri due. Nell’estate del 2002 sale di nuovo sul palco con Mick Jones (genio creativo e prima chitarra dei Clash) e si esibiscono per una ventina di minuti. È una grande emozione per tutti, le critiche dei giornali ne parlano come di una resurrezione, “è tornato direttamente dal 1977”.
Il 22 Dicembre del 2002 saluta questo mondo lasciandoci la ribellione, il punk e il suo Urlo musicale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...